LaDissertation.com - Dissertations, fiches de lectures, exemples du BAC
Recherche

Les étapes de l'immigration

Commentaire d'arrêt : Les étapes de l'immigration. Recherche parmi 237 000+ dissertations

Par   •  1 Juillet 2013  •  Commentaire d'arrêt  •  406 Mots (2 Pages)  •  295 Vues

Page 1 sur 2

Le fasi dell’immigrazione

I numeri dell’immigrazione del 1948-1949 descrivono un fenomeno

migratorio molto importante, che può essere suddiviso in tre fasi :

da Maggio ad Agosto del 1948

dal Settembre 1948 al Marzo 1949

da Aprile 1949 fino alla fine dello stesso anno.

Nel 1948 una consistente ondata migratoria raggiunse Israele, circa 17.000

persone complessivamente in un unico flusso.

Gli immigrati furono destinati in dei primi campi di accoglienza detti

ma'abara (in ebraico: ‫ מעברה‬pl. ma'abarot, ‫ ;מעברות‬da ma'avar, ‫,מעבר‬

"transito") , che li ospitavano per brevi periodi .

La maggior parte degli immigrati destinati alle ma’abarot provenivano dai

paesi arabi, queste relazioni di dipendenza assunsero la forma di divisione

della società su basi etniche, sintetizzata nel binomio mizrachim/askenazim.

Le condizioni di vita non erano certamente delle più facili: gli “ospiti”,

sistemati in tende esposte alle intemperie, dovevano condividere i servizi

igienici a loro disposizione, numericamente insufficienti rispetto all'alto

numero di persone.

Mancavano scuole, uffici, asili, qualsiasi tipo di struttura per la formazione.

Tra Settembre e Dicembre 1948, il numero degli immigrati raddoppiò,

raggiungendo quota 70.000 in appena quattro mesi.

All’inizio del ’49, tutte le abitazioni abbandonate dagli arabi erano state

10

occupate .

Levy Eshkol, allora capo del Settlement Departement dell’Agenzia Ebraica,

promosse la costruzione di campi di lavoro nei pressi di insediamenti

agricoli esistenti, con l’idea di indirizzare gli immigrati al lavoro agricolo.

Si trattava di una prima versione delle ma’abarah, che sarebbe stata adottata

l’anno successivo come risposta abitativa al crescente numero di immigrati.

A Marzo del 1949 esistevano 23 campi di immigrati, ma già ad Aprile le

condizioni di vita al loro interno erano peggiorate, mentre tende e baracche

venivano aggiunte occupando ogni minimo spazio disponibile.

Alla fine del ’49 circa 90.000 persone risiedevano nei campi.

Già verso la metà degli anni '50 le ma'abarot persero di importanza:

...

Télécharger au format  txt (2.5 Kb)   pdf (59.4 Kb)   docx (9.2 Kb)  
Voir 1 page de plus »
Uniquement disponible sur LaDissertation.com